principi

10 principi del PCS

Se la vostra azienda propone un prodotto per la costruzione il quale rispetta  almeno quattro dei nostri dieci principi (dove il principio 8 è obbligatorio), allora unitevi a noi!

Facendo parte della nostra banca dati, il prodotto della vostra azienda sarà distinto come un prodotto che contribuisce allo sviluppo sostenibile del settore della costruzione e, come tale, certificato con il nostro Sustainable Value ® che è un marchio registrato ed esclusivo.

10 principi sui quali si fonda il Portale per la Costruzione Sostenibile sono:

01 1. Principio del risparmio delle risorse naturali.

I prodotti utilizzati nella costruzione devono, a partire dalla loro origine e durante le fasi di fabbricazione, costruzione e/o funzionamento (per tutta la loro vita), ridurre il consumo energetico e delle risorse naturali. Costituiranno così una innovazione o supereranno altri prodotti esistenti sul mercato, con un bilancio energetico ed ambientale positivo.

Il prodotto dovrebbe promuovere anche il risparmio economico, o direttamente o tramite il suo processo di fabbricazione, trasporto, applicazione, uso o destinazione finale.

Alcuni esempi potrebbero essere: pannelli fotovoltaici, serramenti termici, tubi di luce, sistemi di raccolta dell’acqua piovana, ecc..

02 2. Principio della riutilizzazione e/o riciclaggio

Il prodotto deve essere riutilizzabile, riciclabile e/o deve contenere nella sua composizione una percentuale significativa di materiali riciclati. In questo modo si evitano l’estrazione e il consumo di nuove materie prime e si riduce il consumo di energia e di altre risorse necessarie per la sua fabbricazione nonche’ la quantità di rifiuti, favorendo così un ciclo di vita chiuso.

03 3.  Principio di assorbimento di CO2

Il prodotto deve contenere, nella sua composizione, una percentuale significativa di materiali che assorbano CO2 tali come: legno, sughero, paglia, ecc..

04 4. Principio del rinnovo

Il prodotto deve contenere nella sua composizione una percentuale considerevole di materiali  naturali inesauribili, non condizionando cosi il futuro delle nostre riserve. Ad esempio materiali naturali prodotti in modo sostenibile come il legno o il sughero.

05 5. Principio della purezza nella sua composizione

Quante più materie prime fanno parte di un prodotto, tante piu risorse diverse sono coinvolte nella sua fabbricazione e tanto più complesso diviene il processo di separazione e riciclo.

06 6. Principio della bassa energia incorporata

Il prodotto deve avere un indice di bassa energia incorporata – prevedendo la razionalizzazione dei consumi energetici dall’estrazione dei suoi costituenti, passando attraverso il suo processo di produzione e trasporto, fino al suo utilizzo finale. É per questo motivo che i prodotti molto complessi, o che richiedono il trasporto di materiali per lunghe distanze, possono diventare meno sostenibili di quelli locali. Le tecnologie avanzate sono spesso in grado di migliorare il risparmio energetico.

07 7. Principio dell’origine locale

I prodotti devono essere fatti e prodotti con materie prime e tecnologie locali. Il vantaggio principale è quello di ridurre i vari tipi di risorse impiegate, con conseguente riduzione dei costi di trasporto e dell’energia, oltre a favorire l’economia locale. Inoltre, questo principio favorisce anche il potenziamento degli aspetti culturali della costruzione, come ad esempio l’utilizzo di tecnologie ed attività tradizionali; l’uso di materiali e/o specie locali, i metodi e processi di adattamento climatico per citarne alcuni.

08 8. Principio di sicurezza per la salute umana

Il materiale di base e il prodotto finale non devono essere nocivi per gli esseri umani, e nemmeno utilizzare tecnologie che lo siano, per tutto il loro ciclo di vita. Devono quindi essere evitati materiali e processi tecnologici che possano rilasciare sostanze contaminanti o sostanze pericolose, come liquidi, gas o particelle tossiche derivanti dalla produzione, la manipolazione, l’uso, fino alla destinazione finale.

099. Principio di conservazione e/o bassa manutenzione

Il principio della durabilità può essere, in se stesso, sostenibile, in quanto evita dall’inizio, nuovi processi di produzione/trasporto/applicazione che avrebbero impatti evidenti sul consumo di risorse. Inoltre il prodotto deve richiedere poca o nessuna manutenzione, evitando in tal modo consumi complementari, siano risorse energetiche materiali o economiche, tali come elementi di sostituzione, la pulizia, l’impermeabilizzazione, trattamenti superficiali, ecc.

10 10. Principio della certificazione accreditata

Molto spesso le aziende investono più tempo e denaro per conferire un’immagine “verde” ai loro prodotti, pittosto che per adottare delle effettive pratiche ambientali. Assistiamo cosi, ad una certificazione “verde” dei prodotti, spesso dubbiosa e non compatibile con l’ambiente, come può essere ad esempio l’immagine di un bosco sulla confezione di un prodotto che contiene magari sostanze chimiche nocive. Si cerca cioe’ di far passare tali prodotti come “naturali/verdi”, senza in realtà esserlo. Al contrario una certificazione legittima può essere un modo rapido ed efficiente per decifrare la qualità ambientale di un prodotto, purché questa sia realmente una certificazione accreditata, seria, che valuti la corretta gestione delle risorse, dalla produzione all’utilizzo, attraverso i processi che le proprie aziende implementano.

Il PCS distingue le diverse certificazioni che possono essere applicate in Portogallo e che sono accreditate da sistemi di certificazione credibili.

* Nota: al fine di semplificare il testo e facilitare la lettura, il portale utilizza la parola “prodotto” ad indicare elementi come materiali, attrezzature, sistemi e metodi di costruzione. Esprimere ogni volta tali concetti in modo più dettagliato renderebbe il testo inutilmente prolisso (e piu’ noioso) e quindi in contrasto con una comunicazione che cerca invece di essere semplice e diretta.

Powered by